\\ Home Page : Articolo : Stampa
RIFORMA MORATTI: REGIONE LOMBARDIA SOSPENDA IMMEDIATAMENTE LA SPERIMENTAZIONE
di lucmu (del 16/09/2005 @ 15:13:29, in Scuola e formazione, linkato 803 volte)
La sonora bocciatura della riforma Moratti delle superiori da parte della Conferenza Stato-Regioni e la conseguente proroga al 2007 del suo avvio rappresentano una vittoria straordinaria del composito movimento che da tempo si sta mobilitando contro questo scempio, che vuole portare la scuola pubblica indietro di 50 anni.
Non si tratta di un incidente di percorso, ma dell’espressione di una crisi profonda del disegno di privatizzazione e disarticolazione della scuola pubblica. Ecco perché pare più che opportuno che le forze di centrodestra si astengano dal riproporre in altre sedi forzature prima delle elezioni politiche del 2006.
Purtroppo, a giudicare dalle sue prime dichiarazioni, non sembra pensarla così l’assessore regionale all’istruzione. Regione Lombardia è attualmente all’avanguardia, addirittura rispetto al Ministero, nella sperimentazione della riforma Moratti e proprio in questi giorni Guglielmo ha annunciato la volontà di proseguire tale sperimentazione, nonché di presentare un progetto di legge regionale di riforma del sistema educativo e di formazione professionale, ispirato proprio alla Moratti.
Se tutto ciò fino a ieri era semplicemente sbagliato e pericoloso, anche di fronte allo stato di manifesta crisi del sistema lombardo della formazione professionale, ora diventerebbe francamente inaccettabile e provocatorio.
L’assessore Guglielmo e la Giunta lombarda devono immediatamente sospendere ogni sperimentazione e ogni tentativo di introduzione surrettizia di una riforma politicamente bocciata.
In questo senso, Rifondazione Comunista prenderà tutte le iniziative istituzionali atte a garantire il rispetto di quanto emerso ieri e chiede che l’assessore Guglielmo chiarisca nelle sedi istituzionali il senso delle sue dichiarazioni.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer