\\ Home Page : Articolo : Stampa
SICUREZZA: IL "MODELLO MILANO" NON E' UNA SOLUZIONE, MA PARTE DEL PROBLEMA
di lucmu (del 03/03/2009 @ 19:25:21, in Sicurezza, linkato 882 volte)
L’attacco del vicesindaco De Corato al Cocer dei Carabinieri e ai sindacati di polizia, rei di aver criticato le ronde, evidenzia una volta di più quello che è il vero progetto che diversi settori del centrodestra e non solo stanno sempre più apertamente perseguendo. Cioè, emarginare ed erodere i tradizionali corpi di polizia, in particolare la Polizia di Stato, al fine di imprimere una maggior politicizzazione della gestione dell’ordine pubblico e della sicurezza.
E, a tal proposito, l’esaltazione del cosiddetto “modello Milano” non è certo un caso. Infatti, proprio nella capitale lombarda assistiamo, non da oggi, a una vera e propria moltiplicazione di soggetti che si occupano di sicurezza e che tendono a invadere le sfere di competenza delle forze dell’ordine. Dal processo di militarizzazione della Polizia locale, sempre più simile a una sorta di polizia del vicesindaco, all’elargizione di denaro pubblico ad associazioni private, passando per la scalpitante Polizia provinciale di Penati e per le inutili pattuglie dell’esercito in alcune vie cittadine.
E mentre tutto questo accade, la Questura non solo fatica, a causa della mancanza di fondi, a far uscire le proprie volanti o a coprire i buchi dell’organico, ma deve altresì fare la badante ai militari, tenere d’occhio le iniziative private o quelle di alcuni nuclei speciali della Polizia locale e fornire gli uomini per le guerre private del Vicesindaco, come nel caso del Cox 18.
C’è da meravigliarsi che gli organismi di rappresentanza dei carabinieri e della polizia, di qualsiasi simpatia politica siano, abbiano deciso di alzare la voce di fronte all’ultima trovata governativa di legalizzare e fomentare le ronde di partito?
Il “modello Milano”, come lo chiama l’aspirante sceriffo De Corato, non è la soluzione, bensì parte integrante del problema. E forse sarebbe il caso che qualcuno in più inizi a preoccuparsi di quello che sta accadendo, perché quando la gestione della sicurezza diventa un affare in mano a una sola parte politica, allora i confini della democrazia sono già oltrepassati.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer