\\ Home Page : Articolo : Stampa
PENDOLARI RHO: CATTANEO E PDL BLOCCANO IN CONSIGLIO APPROVAZIONE MOZIONE PER RIDUZIONE PREZZO BIGLIETTO
di lucmu (del 07/10/2009 @ 11:24:40, in Infrastrutture&Trasporti, linkato 1093 volte)
Ieri sera in Consiglio regionale l’Assessore Cattaneo e il Pdl hanno impedito l’approvazione della mozione che chiede di ridurre il costo, attualmente troppo alto, del biglietto ferroviario sulla tratta Rho-Milano.
La vicenda ha del grottesco, ma soprattutto è indecoroso che i giochini politici all’interno del Pdl e di Comunione e Liberazione debbano ricadere sulle spalle dei pendolari rhodensi, già abbastanza bistrattati dall’insensato taglio della fermata di Rho Centro, ora parzialmente ripristinata.
Ma vediamo quello che è successo ieri sera in Consiglio dopo le ore 19.00, quando l’ordine del giorno prevedeva la discussione della mozione urgente.
Sul punto non si prevedevano problemi e il voto favorevole dell’Aula sembrava scontato, visto che agli originari firmatari della mozione - Muhlbauer (Prc), Prina e Mirabelli (Pd), Monguzzi e Saponaro (Verdi), Agostinelli e Squassina O. (S.Ual), Storti (C.I.), Squassina A. (Sd), Cé (Misto) - si era aggiunto in corso d’opera anche Cecchetti (Lega) e che la mozione ricalcava quella approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di Rho, il 29 settembre scorso.
Ma poi ha preso la parola l’Assessore alla Mobilità, Cattaneo (Pdl, area Cl), dicendosi contrario alla mozione, perché riconoscere la riduzione ai pendolari di Rho avrebbe potuto stimolare altre richieste simili, e chiarendo che non gliene fregava niente se la richiesta era condivisa anche dal Sindaco di Rho (Pdl, area Cl). Di conseguenza, dato che in Aula c’era comunque un’ampia maggioranza favorevole alla mozione, il capogruppo del Pdl, Valentini (di area Cl pure lui), ha chiesto il voto segreto, che comporta la verifica automatica del numero legale. Risultato: 22 a favore, 7 contrari, ma mancanza del numero legale e dunque Consiglio chiuso.
Insomma, un indecoroso teatrino recitato interamente in casa Pdl-Cl, dove Cattaneo affonda Zucchetti, ma il prezzo dovrebbero pagarlo i pendolari di Rho.
Tuttavia, ora in casa Pdl nessuno pensi che la vicenda sia chiusa. Infatti, come stabilisce il regolamento, il prossimo Consiglio, convocato per il 20 ottobre, riproporrà la stessa mozione all’ordine del giorno. E questa volta ognuno dovrà assumersi le sue responsabilità, senza nascondersi dietro il numero legale.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer