\\ Home Page : Articolo : Stampa
PENDOLARI RHO: DI NUOVO RINVIATO VOTO SUL PREZZO BIGLIETTO FS. DISPONIBILI A SOLUZIONE CONDIVISA SOLTANTO SE C'E' IMPEGNO CONCRETO
di lucmu (del 21/10/2009 @ 14:23:53, in Infrastrutture&Trasporti, linkato 748 volte)
Per la seconda volta consecutiva il Consiglio regionale non è riuscito a votare la mozione che chiede la riduzione delle tariffe ferroviarie per i pendolari sulla tratta Rho-Milano. Quindi, tutto rinviato alla prossima seduta che si terrà martedì prossimo, 27 ottobre
Una settimana fa l’approvazione era saltata perché il Pdl, contrario alla mozione, ma in palese minoranza, aveva fatto mancare il numero legale. Ieri sera, invece, il Pdl ha presentato una vera e propria contro-mozione, che, sebbene riconoscesse finalmente la “possibilità di introduzione di eventuali differenziazioni” tariffarie, rinviava però ogni soluzione concreta a un non meglio definito futuro.
Una proposta inaccettabile, ovviamente, che ha anche ottenuto l’effetto di mettere in difficoltà la Lega, la quale una settimana fa non solo aveva votato a favore della mozione, ma l’aveva firmata con il suo consigliere Cecchetti. A conti fatti, se avessimo chiesto di andare comunque ai voti, la nostra mozione sarebbe stata respinta e i pendolari rhodensi avrebbero preso un pesce in faccia.
A questo punto abbiamo formulato una proposta, offrendo disponibilità a rinunciare alla nostra mozione se la maggioranza avesse accettato di modificare la sua, mettendo nero su bianco un impegno concreto, una certezza sulle date. Considerato che alla fine il capogruppo del Pdl ha ritenuto modificabile la sua mozione, abbiamo acconsentito al rinvio di una settimana, con l’obiettivo di lavorare a una mozione condivisa.
Questo significa, per essere chiari e trasparenti, che ci deve essere l’impegno formale che l’Assessore regionale, Cattaneo, convochi entro il 31.12.2009 un tavolo tecnico, con la partecipazione del Comune di Rho e dei comitati pendolari, dove sia aperta la discussione sulle modalità tecniche, concrete e possibili, per la ridefinizione delle tariffe della tratta in questione.
Insomma, abbiamo privilegiato la ricerca di soluzioni fattive per i pendolari di Rho rinunciando a facili – e inutili - gesti dimostrativi. Tuttavia, non possiamo non rilevare che questo teatrino in casa Formigoni sta diventando davvero imbarazzante. Infatti, la mozione presentata dal sottoscritto e da altri 9 consiglieri regionali dell’opposizione è assolutamente identica a quella approvata all’unanimità dal Consiglio comunale di Rho, dove siede la medesima maggioranza che siede in Consiglio regionale.
Detto con altre parole, su questa vicenda oltre la seduta di martedì prossimo non si può andare.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer