\\ Home Page : Articolo : Stampa
DOMENICA 6 APRILE INIZIA LA MOBILITAZIONE ANTIFASCISTA - RING OF FIRE, H. 15, P.ZZA CIMITERO MAGGIORE A MILANO
di lucmu (del 03/04/2014 @ 14:27:43, in Antifascismo, linkato 1263 volte)
Si chiama Ring of Fire  e vuole fare terra bruciata attorno alla nuova sede che i neonazisti di Lealtà e Azione hanno aperto in via Pareto, nello stesso luogo che fu di Cuore Nero. Concretamente, si tratta di un corteo, anzi di una “parata spettacolare e musicale”, e l’appuntamento è per domenica 6 aprile, alle ore 15.00, in piazza Cimitero Maggiore a Milano.
La mobilitazione del 6 aprile è importante in sé e lo è in prospettiva, poiché ci troviamo di fronte a un susseguirsi di iniziative da parte dei gruppi neofascisti e neonazisti che nel loro insieme disegnano una sorta di primavera nera, tesa a estendere e rafforzare il loro insediamento politico e organizzativo nel milanese. E in questo senso, il corteo di domenica è parte di un percorso che non si esaurisce certo in un giorno o in un luogo.
Per non farla lunga e per concentraci sulle settimane che abbiamo di fronte, la mobilitazione per la chiusura del covo nazifascista di via Pareto proseguirà il 25 aprile, quando l’ormai tradizionale concerto del pomeriggio di Partigiani in ogni Quartiere si terrà davanti al Cimitero Maggiore.
Ci sono poi le iniziative in ricordo di Varalli e Zibecchi (17 aprile) e di Gaetano Amoroso (27 aprile).
Il 29 aprile, infine, i gruppi nazifascisti hanno in programma la solita manifestazione a base di croci celtiche, saluti romani e marce paramilitari. Anzi, non la solita, perché una volta il 29 aprile era la commemorazione di Sergio Ramelli, il giovane del Msi ucciso a Milano nel 1975, ma negli ultimi anni questa data è stata trasformata in un’occasione per cortei apertamente e dichiaratamente neofascisti. Ebbene, quest’anno vogliono fare un passo in più e pare che il corteo abbia addirittura un carattere nazionale, con tanto di ruolo organizzativo preminente degli hammerskin di Lealtà e Azione.
Contro questa eventualità si è costituito il comitato Milano 29 Aprile: Nazisti No Grazie, la Camera del Lavoro, l’ANPI Provinciale e il Presidente del Consiglio di zona 3 hanno presentato un esposto a Prefetto e Questore e, infine, in diversi Consigli di zona vengono approvate delle mozioni che chiedono al Sindaco di intervenire “in prima persona” perché a Milano non vengano “più tollerate manifestazioni che vanno contro la nostra Costituzione”. Allo stato già quattro Consigli di zona (1, 6, 8 e 9) hanno approvato mozioni di questo tipo e altri se ne aggiungeranno settimana prossima. In ogni caso, gli antifascisti saranno in piazza il 29 aprile.
 
Insomma, per concludere, se non siete proprio da un’altra parte questo weekend, domenica pomeriggio passate in piazza Cimitero Maggiore. È importante.
 
Luciano Muhlbauer