\\ Home Page : Articolo : Stampa
INNSE: NUOVO APPELLO A FORMIGONI PERCHE' IMPEDISCA INTERVENTO POLIZIA. A FIRMARE CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE E MAGGIORANZA
di lucmu (del 30/06/2009 @ 17:15:57, in Lavoro, linkato 829 volte)
Oggi un nuovo appello istituzionale è stato rivolto al Presidente Formigoni e al Vicepresidente Rossoni, perché il governo regionale intervenga subito per scongiurare un intervento di forza contro gli operai dell’Innse. A scrivere sono nove consiglieri regionali della Commissione IV (Attività Produttive) e per la prima volta, insieme alle opposizioni, sottoscrivono anche due commissari della maggioranza.
Qui di seguito il testo integrale della lettera inviata a Formigoni e Rossoni:
 
LETTERA APERTA
 
Al Presidente della Giunta regionale
Roberto Formigoni
Al Vicepresidente
Gianni Rossoni
 
Caro Presidente, caro Vicepresidente,
 
il Consiglio, la IV Commissione e la Giunta sono stati già più volte investiti del problema dello stabilimento INNSE di Milano e sappiamo che sono in corso provvedimenti a vario titolo e grado.
 
Oggi però sta maturando una situazione che può recare pregiudizio serio alla vicenda.
Sull’INNSE di Milano si addensa la minaccia della esecuzione forzata dello smantellamento degli impianti e macchinari. E’ indispensabile un intervento urgente di tutte le istituzioni perché questa minaccia venga bloccata.
La Regione ha la autorevolezza necessaria per intervenire sui responsabili dell’ordine pubblico affinché venga scongiurato un intervento di forza: lo può e secondo noi lo deve fare, in coerenza con quanto il Consiglio e la stessa Giunta hanno dichiarato e fatto finora, in relazione ai provvedimenti per il trattamento di mobilità dei lavoratori e per la attivazione di nuovi soggetti industriali.
Per la Regione Lombardia vi è dunque un interesse sociale, economico ed industriale a che il sito produttivo di Lambrate mantenga la sua integrità e possa essere garantita la continuità produttiva, che vogliamo ribadire in questa circostanza e per il quale chiediamo alla Giunta di esprimersi nello stesso senso.
Per questa ragione, vi invitiamo con questa lettera aperta ad intervenire pubblicamente, in base ed in coerenza con gli impegni assunti con il Consiglio e con i lavoratori che da lungo tempo hanno dimostrato serietà, impegno e quella capacità di guardare agli interessi della azienda e del territorio ben più della attuale proprietà.
 
I consiglieri regionali componenti della IV Commissione
 
Giuseppe Benigni (Pd), Giosuè Frosio (Ln), Luciano Muhlbauer (Prc), Ardemia Oriani (Pd), Luciana Ruffinelli (Ln), Marcello Saponaro (Verdi), Riccardo Sarfatti (Pd), Arturo Squassina (Sd), Osvaldo Squassina (Uul)
 
Milano, 30 giugno 2009