\\ Home Page : Articolo : Stampa
CASE POPOLARI: POSITIVO L'ACCORDO TRA SICET E ALER MILANO CHE BLOCCA SGOMBERI IN AGOSTO
di lucmu (del 30/07/2009 @ 17:49:00, in Casa, linkato 1198 volte)
L’accordo raggiunto oggi tra il sindacato inquilini Sicet e l’Aler di Milano, che sospende gli sgomberi nelle case popolari per il mese di agosto e convoca un tavolo di confronto per il mese di settembre, è un fatto positivo.
Da troppo tempo la questione degli occupanti in stato di irregolarità nell’edilizia residenziale pubblica viene affrontata nell’ottica della convenienza politica del momento e non nella prospettiva della soluzione del problema, che non si può certo ottenere con approccio sommario, facendo di tutta l’erba un fascio.
Questa maniera di procedere, infatti, ha portato solo al cronicizzarsi del fenomeno. Intanto, i furbi e gli intrallazzati rimangono indisturbati, mentre i soggetti deboli, magari bimbi compresi, finiscono periodicamente sbattuti per strada, com’è successo nelle ultime settimane.
Peraltro, in questi anni non ha trovato applicazione nemmeno la norma della legge regionale n. 27/2007, ove è previsto che di fronte a uno stato di necessità accertato le Aler e i Comuni possono trovare delle soluzioni abitative alternative nel loro patrimonio non classificato Erp.
Una norma certamente non risolutiva, poiché ci vorrebbe anche una modifica del regolamento regionale attualmente in vigore, che esclude a priori e comunque gli occupanti attualmente irregolari dalla possibilità di accedere agli alloggi Erp, anche se in possesso dei requisiti. Cioè, un vero e proprio vicolo cieco.
Auspichiamo pertanto che il tavolo di confronto di settembre sia l’occasione per affrontare complessivamente la questione, compreso il problema degli alloggi sociali lasciati ingiustificatamente sfitti.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer