\\ Home Page : Articolo : Stampa
AGILE/EUTELIA: A ROMA AGGREDISCONO I LAVORATORI E A MILANO LA GIUNTA FORMIGONI BALBETTA
di lucmu (del 10/11/2009 @ 16:18:17, in Lavoro, linkato 994 volte)
Nella giornata in cui a Roma i lavoratori di Eutelia subiscono un’aggressione squadristica da parte della proprietà, a Milano la Giunta Formigoni non trova di meglio che dichiararsi impotente e incompetente rispetto agli annunciati 237 licenziamenti all’Agile (ex-Eutelia) di Pregnana Milanese.
Ci saremmo aspettati ben altro, anche soltanto per rimediare al prolungato e ingiustificato silenzio del Pirellone sul rischio dismissione del sito produttivo di Pregnana. L’odierna question time in Consiglio e la nostra interrogazione potevano essere l’occasione per dire e fare qualcosa di concreto, per far sentire almeno la vicinanza dell’istituzione regionale ai lavoratori, che da una settimana occupano la sede milanese.
Invece no. Il Vicepresidente Rossoni si è limitato a balbettare ciò che già sapevamo, cioè che il governo regionale da mesi non si occupa minimamente del caso Agile/Eutelia, e ad annunciare il palliativo di un generico incontro, il 12 novembre prossimo, con Omega. Cioè proprio il gruppo che controlla il gioco truffaldino di scatole cinesi, di cui appunto fanno parte sia Agile che Phonemedia. Peggio ancora è andata con la successiva interrogazione sull’Alfa di Arese: imbarazzo patente e zero risposte riguardo al suo futuro, dopo tante promesse e show mediatico-elettorali di Formigoni sul nuovo polo della mobilità sostenibile.
Oggi il Pirellone era presidiato dalle maestranze di tante aziende in crisi del milanese, dall’Agile, all’Alfa, dalla Metalli Preziosi a Nokia Siemens Network, passando per la Lares. Nessuna di queste situazione ha avuto risposte concrete, ma soltanto parole.
In altre parole, il governo regionale Formigoni-Lega non dispone di alcuna politica di contrasto delle chiusure aziendali e dei licenziamenti.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer
 
qui sotto puoi scaricare la trascrizione della question time sull’Agile