\\ Home Page : Articolo : Stampa
STUDENTI: BENE LIBERAZIONE DEI DUE ARRESTATI DI IERI, ORA VENGANO SCARCERATI ANCHE I CINQUE DI VENERDĚ
di lucmu (del 18/11/2009 @ 14:18:59, in Movimenti, linkato 889 volte)
Bene ha fatto il giudice a disporre l’immediata scarcerazione dei due studenti arrestati ieri, ora auspichiamo che anche gli altri cinque studenti, arrestati venerdì scorso e tuttora sottoposti a pesanti misure cautelari, possano essere liberati nel più breve tempo possibile.
Riteniamo assolutamente necessario che dalle istituzioni venga un serio e trasparente segnale di distensione, che chiarisca che essere in disaccordo con la Riforma Gelmini o con le scelte sulle scuole civiche del Comune di Milano non costituisce né un reato, né un aggravante, bensì un legittimo esercizio delle libertà democratiche.
Troppi atti repressivi, peraltro palesemente sproporzionati, si sono succeduti in breve tempo a Milano. Prima l’annuncio di una sorta di maxi-processo per le proteste dell’Onda, poi i fatti di questi ultimi giorni: venerdì scorso l’arresto in pompa magna di cinque studenti universitari perché non hanno pagato alcune centinaia di fotocopie nella libereria Cusl della Statale –con annesso parapiglia con gli studenti di Comunione e Liberazione-, sabato mattina lo sgombero in tempo record del liceo serale “Gandhi”, occupato per chiedere una cosa eversiva come il rispetto dell’ordinanza del Tar (!) e, infine, le botte e gli arresti di ieri contro gli studenti medi.
Insomma, è netta l’impressione che le ultime scelte dei responsabili dell’ordine pubblico nei confronti delle proteste degli studenti, siano ispirate da pressioni di carattere politico, provenienti forse da Roma o forse da Palazzo Marino oppure da tutte e due, che preferiscono vedere schierati scudi e manganelli, piuttosto che confrontarsi con le richieste degli studenti.
Tutto questo è però inaccettabile, fuoriesce dalla normale dialettica politica ed è in fin dei conti un gioco pericoloso, poiché finisce per costruire un clima di tensione che non porta nulla di buono. Ecco perché chiediamo che ci sia urgentemente un segnale tangibile di distensione, a partire dalla scarcerazione dei cinque arrestati di venerdì e dal rispetto della sentenza del Tar per il liceo serale “Gandhi”.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer