\\ Home Page : Articolo : Stampa
VIA PADOVA È MEGLIO DI MILANO – 21 E 22 MAGGIO - LA FESTA NELLA VIA CHE FU SFREGIATA DAL COPRIFUOCO
di lucmu (del 20/05/2011 @ 13:08:34, in Territorio, linkato 1198 volte)
Via Padova è meglio di Milano. L’ha frase l’ha detta un bimbo, ma è diventata il titolo di una festa di quartiere. Anzi, questa frase è quasi uno slogan, che riassume la voglia di reagire di una via che poco più di un anno fa era stata sfregiata dal coprifuoco voluto dalla squadra Moratti-De Corato-Salvini.
La festa è ormai alla sua seconda edizione, che si terrà questo fine settimana, il 21 e 22 maggio, e scommettiamo che continuerà anche nei prossimi anni. Il coprifuoco invece non c’è più, né in via Padova, né in altri quartieri. Un obbrobrio e un fallimento talmente evidente che oggi addirittura uno dei suoi legittimi padri, il leghista Salvini, si è scoperto (in campagna elettorale, of course) un avversario del coprifuoco.
Comunque, il ricordo di un anno fa mi riempie ancora di rabbia. In questa via ci vivo e quello che era successo, quello che avevano deciso e fatto coloro i quali malgovernano questa città, era semplicemente una cosa allucinante. Se volete, rileggete il mio sfogo di quei giorni.
Eravamo, però, in molti a non gradire queste attenzioni particolari da parte della destra che governa Milano da un ventennio e scattò la reazione, una bellissima reazione, che sfociò nella passeggiata liberatoria del 29 aprile 2010. Era da tantissimo tempo che in via Padova non si vedeva più una manifestazione popolare, ispirata non a rancori e paure.
In fondo, la festa Via Padova è meglio di Milano ripropone lo stesso spirito, la medesima voglia di partecipazione e l’analogo rifiuto della militarizzazione dei problemi sociali. E molto simili sono anche i promotori della festa. Cioè, attorno al nucleo del Comitato Vivere in Zona 2 si era costituito un fronte plurale, fatto di commercianti, associazioni, parrocchie, il centro di cultura islamico, insegnanti e soggetti attivi nel sociale, dalla Casa di Carità fino all’Ambulatorio Popolare di via dei Transiti. Per l’elenco completo dei promotori, andate sul sito di Via Padova è meglio di Milano.
Insomma, guardando a quella pluralità si scorge quasi una piccola anteprima di quel blocco che oggi sostiene la candidatura di Giuliano Pisapia. Esagero? Forse sì, ma rimane il fatto che una parte importante di via Padova aveva reagito all’oltraggio, rifiutando di arrendersi alla logica della politica della paura, e che questa reazione è uno degli ingredienti che ha permesso di costruire oggi la speranza concreta di poter cambiare a Milano.
Insomma, se abitate in via Padova, allora nella festa ci capitate per forza. Se invece non ci abitate, perché non fate un salto. È un modo come un altro per stare insieme e per coltivare la nostra speranza e il nostro impegno perché il fine settimana successivo possiamo liberarci finalmente del ventennio berluscion-leghista.
 
Per info sulla festa e sui vari eventi: www.meglioviapadova.org/