\\ Home Page : Articolo : Stampa
A MILANO I FASCI CI RIPROVANO ATTENZIONE A QUELLO CHE SUCCEDE L8 E IL 29 OTTOBRE
di lucmu (del 06/10/2011 @ 09:46:22, in Antifascismo, linkato 5826 volte)
A volte ritornano. Anzi, in realtà non se n’erano mai andati. Stiamo parlando dei gruppi militanti dell’estremismo neofascista e neonazista dell’area milanese, che, a quanto pare, hanno deciso di rialzare la testa.
Certo, nel recente passato avevano dovuto incassare qualche colpo e i loro progetti di conquistare casematte più solide sul territorio erano naufragati. Anzitutto, grazie alla mobilitazione degli antifascisti e delle antifasciste, che l’anno scorso contrastarono efficacemente, prima, l’ondata primaverile di inziative di piazza messa in campo dall’insieme della galassia neofascista e, poi, il tentativo prenatalizio di aprire una sede di Forza Nuova nel centralissimo corso Buenos Aires. In secondo luogo, come conseguenza della vittoria elettorale alle comunali da parte di Giuliano Pisapia, i neofascisti hanno perso le loro numerose protezioni e complicità istituzionali sia a Palazzo Marino, che nei vari Consigli di Zona.
Insomma, di fronte a questo scenario viene quasi spontaneo rilassarsi e crogiolarsi nell’illusione che il problema sia svanito. Ma sarebbe un grandissimo errore. E non soltanto perché, come ci ricorda la storia e quello che accade oggi in alcuni paesi europei, i periodi di crisi aprono di per sé potenziali spazi a discorsi autoritari, intolleranti e razzisti, ma anche perché registriamo dalle nostre parti una concretissima ripresa di inziativa proprio in questo periodo. Beninteso, i gruppi neofascisti sono ancora un po’ groggy e, in ogni caso, sono più divisi che mai, ma questo non è un buon motivo per lasciarli fare e sottovalutare i nuovi tentativi di mettere radici sul territorio.
Per capirci meglio, la prima giornata complicata è già di fronte a noi: sabato 8 ottobre ci saranno ben 3 punti critici, due a Milano e uno a Monza. Ma vediamo quella giornata in dettaglio:
Alle ore 10.00 di sabato mattina, i fascisti di Fiamma Tricolore – Destra sociale inaugurano una nuova sede nel quartiere Barona, in via Franco Tosi 11, a Milano. Cioè, a due passi dal circolo Arci “Bitte” e non lontano dal centro social ZAM, per intenderci. L’Anpi di zona 6 ha indetto un presidio, con la parola d’ordine “Fuori i fascisti dal mio quartiere”. L’appuntamento è alle ore 10.00 in piazza Miani (e non più in via Watt, come deciso inizialmente, causa "problemi di ordine pubblico").
Il primo pomeriggio, invece, ci spostiamo a Monza, dove alle ore 14.30, in piazza San Paolo, inizia il presidio, organizzato da Anpi Monza, collettivi studenteschi e Foa Boccaccio, con l’adesione di numerose realtà monzesi, contro l’apertura di una sede in via Dante da parte di “Lealtà e Azione”, un’associazione legata al movimento neonazista di carattere internazionale degli Hammerskin e che funziona come strumento legale e presentabile degli hammerskin milanesi. Questi ultimi, infatti, fanno base nella Skinhouse di Bollate e per mezzo della copertura di “Lealtà e Azione” –e dei buoni uffici di qualche amico istituzionale- sono già riusciti ad aprire una sede in una casa Aler a Milano, in viale Brianza.
Infine, dalle ore 18.00 in poi, torniamo a Milano, a Quarto Oggiaro, dove i neofascisti di Casa Pound, nel tentativo di rendere stabile la loro presenza nel quartiere, organizzano un concerto allo spazio di via Longarone 18/4. Vi è un po’ di preoccupazione, perché i gruppi di area che suoneranno attireranno un po’ di fasci e Spazio Baluardo si trova molto vicino al luogo del concerto. Insomma, occhi molto aperti.
Tuttavia, non finisce sabato prossimo ed è già in programma una mobilitazione nazionale contro “banche e usura” dei neonazisti di Forza Nuova per sabato 29 ottobre, che si articolerà in due iniziative centrali, una a Roma e l’altra a Milano. Cioè, ancora una volta tenteranno di sfilare per le vie della città e, come sempre, cercheranno il massimo di pubblicità e provocazione. Sta dunque a noi muoverci in tempo, con intelligenza ed efficacia e senza cascare nei tranelli.
 
Ovviamente, sebbene sabato prossimo sia una giornata già stracolma di iniziative a Milano (ore 14.30 all’Arco della Pace Ricucire l’Italia - ore 16.00 in Cordusio presidio per decennale inizio guerra in Afghanistan - ore 16.30 alla torre di p.zza Selinunte a sostegno protesta dei migranti - ore 16.30 all’Ipercoop di v.le Umbria piazza tematica in vista del 15 ottobre organizzata dal Csa Vittoria), invitiamo tutti e tutte a non abbassare la guardia e a partecipare ad almeno un’iniziativa antifascista.
 
di Luciano Muhlbauer
 
(questo articolo è stato pubblicato anche su MilanoX)