Blog di Luciano Muhlbauer
\\ Home Page : Articolo
ATTENTATO INCENDIARIO CONTRO IL CSA VITTORIA DI MILANO – SOLIDARIETÀ CON IL VITTORIA!
ATTENTATO INCENDIARIO CONTRO IL CSA VITTORIA DI MILANO – SOLIDARIETÀ CON IL VITTORIA!
di lucmu (del 09/04/2013, in Movimenti, linkato 1049 volte)
blog Luciano Muhlbauer
Ieri lunedì 8 aprile il Csa Vittoria di Milano ha subito un attentato incendiario. Per fortuna nessuno si è fatto male e i danni materiali al centro sociale sono limitati, ma la gravità dell’atto è sotto gli occhi di tutti. Allo stato nulla si sa circa la possibile identità dei responsabili. Tuttavia, tutti sappiamo dell’impegno e dell’attività del centro sociale a sostegno delle lotte degli operai delle cooperative di facchinaggio. Forse c’entra, forse no. Comunque sia, questi atti si realizzano contro chi fa le cose, contro chi dà fastidio al potente o prepotente di turno, e lo scopo è sempre quello dell’intimidazione. Per questo, mentre siamo impegnati nella campagna contro lo sgombero di un altro centro sociale milanese, lo Zam, è importante, anzi fondamentale non stare in silenzio e non lasciare da soli i compagni e le compagne del Vittoria. Esprimo tutta la mia solidarietà con il Csa Vittoria!
 
Luciano Muhlbauer
 
                      
Di seguito il comunicato del Csa Vittoria:
 
PROVOCAZIONI E REPRESSIONE NON CI FERMERANNO MAI!
 
Oggi lunedi 8 aprile abbiamo subito l'ennesima provocazione che per il pronto intervento di qualche abitante del quartiere non ha avuto conseguenze più gravi.
Sono state incendiate alcune bottiglie di liquido infiammabile che hanno danneggiato sciogliendolo una dei finestroni del nostro centro sociale.
Non sappiamo chi sia stato, se un fascista o un prezzolato dalla mafia delle cooperative. Certo è che questo atto provocatorio per noi si inserisce in un clima repressivo che sta particolarmente colpendo compagni e realtà impegnate sul terreno dello conflitto di classe al di fuori della compatibilità politica ed economica borghese.
Sabato infatti eravamo in corteo a Piacenza con centinaia di compagni e lavoratori in solidarietà con i 3 compagni, tra cui il coordinatore nazionale del SiCobas, a cui è stato comminato il divieto per 3 anni di entrare nel territorio piacentino dove sono situati i magazzini dell' Ikea e di altri hub strategici del comparto della logistica, siamo tutt'ora sotto processo per la lotta vincente ai magazzini della Bennet di Origgio del 2008, perchè il movimento di lotta che si è sviluppato in questi anni tra i lavoratori delle cooperative, ritrovando un protagonismo di classe, sta facendo sempre più paura ai padroni e ai loro servi di ogni razza.
Questa provocazione va inquadrata in questo contesto e, come già scrivevamo nel nostro appello alla partecipazione al corteo di Piacenza, la repressione è un elemento strutturale del dominio di classe, per cui ci interessa poco correre dietro al provocatore di turno.
 
Ma il modo migliore per rispondere è continuare sempre con maggior determinazione il percorso intrapreso mella prospettiva di una trasformazione rivoluzionaria dell'esistente.
 
i compagni e le compagne del C.s.a. Vittoria
 
Milano, 8 aprile 2013
 
Articolotest Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
Condividi su Facebook
 
Nessun commento trovato.

Il seguente campo NON deve essere compilato.
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


facebook twitter youtube
Cerca  
Titolo

Titolo

Titolo
Antifascismo (86)
Casa (48)
Diritti (19)
Infrastrutture&Trasporti (38)
Lavoro (233)
Migranti&Razzismo (147)
Movimenti (124)
Pace (21)
Politica (105)
Regione (77)
Sanità (19)
Scuola e formazione (71)
Sicurezza (59)
Territorio (46)

Catalogati per mese:

Ultimi commenti:
Attention! Attention...
22/11/2017
di Mrs.Emilia Fedorcakova
Prove di grave e vel...
22/07/2016
di claudine
appoggio e sostengo ...
03/06/2016
di merina tricarico



30/05/2020 @ 09:28:22
script eseguito in 57 ms

Ci sono 4 persone collegate