Blog di Luciano Muhlbauer
\\ Home Page : Articolo
CANCELLATO DI NUOVO IL MURALE DI DAX. UNA SQUALLIDA PROVOCAZIONE
CANCELLATO DI NUOVO IL MURALE DI DAX. UNA SQUALLIDA PROVOCAZIONE
di lucmu (del 17/03/2008, in Antifascismo, linkato 840 volte)
Da non credersi! Stamattina il Comune di Milano ha fatto cancellare il murale sulla Darsena in memoria di Dax, appena rifatto. E pensare che erano passate soltanto poche ore dalla fine delle iniziative che ricordavano l’anniversario dell’omicidio del giovane milanese assassinato dai neofascisti.
Certo, sappiamo bene come la pensa il vicesindaco De Corato a proposito della memoria storica e tutti in città conoscono le sue crociate per riabilitare il fascismo storico, sradicare le lapidi in piazza Fontana e cancellare i murales di sinistra. Ma quanto accaduto oggi ha un sapore strano, sa di eccesso e di provocazione.
In politica la scelta dei tempi non è mai casuale e non c’era giornata più sbagliata di quella di oggi per cancellare quel murale. Ebbene sì, perché ieri cadeva appunto il quinto anniversario dell’omicidio di Dax e domani ricorre il trentennale dell’assassinio di Fausto e Iaio, tuttora impunito. E, a Milano, queste date le conoscono tutti, a partire dal vicesindaco.
E allora, perché cancellarlo proprio oggi? Perché si spera in qualche reazione impulsiva da giocarsi in campagna elettorale? O semplicemente perché si vuole comunicare alla città che l’antifascismo non ha più cittadinanza, nemmeno quando di mezzo ci sono i morti ammazzati?
Comunque sia, lo squallido atto di oggi non fa che rafforzare la nostra convinzione che a Milano vi è un grande bisogno, civile e culturale, di investire energie, intelligenza e passioni per tenere viva la memoria e contrastare ogni compromesso con le tesi revisioniste, ahinoi sponsorizzate con ogni mezzo dalla seconda carica della nostra città.
 
comunicato stampa di Luciano Muhlbauer
Articolotest Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
Condividi su Facebook
 
# 1
Perchè cancellarlo?! Perchè ci sono morti che danno fastidio anche da morti, morti che fanno pensare: Dax fa pensare all'antifascismo, alla lotta per il diritto alla casa, alla funzione dei centri sociali, alla generosità, alla solidarietà nei confronti delle persone più deboli... E pensare è pericoloso, un 'bravo' cittadino non deve pensare!
Haidi Giuliani
di  Anonimo  (inviato il 18/03/2008 @ 17:40:58)
# 2
I bravi ragazzi quelli che ancora hanno memoria, malgrado l'estirpazione voluta nel corso degli anni fanno paura.
Pensare che DAX rappresenti un pericolo da eliminare per la citta' di Milano, da una parte mi sgomenta e mi fa pensare.....dall'altra m'inorgoglisce.
DAX, FAUSTO JAIO CARLO E TUTTI I RAGAZZI UCCISI DI IERI E DI OGGI,rappresentano il bello ed il pulito, quello che un paese dovrebbe dare e NON NEGARE.
Spero che nessuno cada in queste becere provocazioni, le idee sono idee non si vendono e ne' si svendono....NON MORIRANNO MAI.
Abbiamo insegnato ai nostri figli che avere un pensiero autonomo libero e costruttivo e' importante, abbiamo fatto loro coniugare la parola AMORE....questo e' talmente impensabile che si preferisce eliminare chi ne e' portatore.
Io come madre piango l'uccisione di mio FIGLIO E DI TUTTI GLI ALTRI, ma ci sara' sempre chi portera' avanti la loro memoria.
di  stefania Zuccari  (inviato il 18/03/2008 @ 20:18:35)
Il seguente campo NON deve essere compilato.
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


facebook twitter youtube
Cerca  
Titolo

Titolo

Titolo
Antifascismo (86)
Casa (48)
Diritti (19)
Infrastrutture&Trasporti (38)
Lavoro (233)
Migranti&Razzismo (147)
Movimenti (124)
Pace (21)
Politica (105)
Regione (77)
Sanità (19)
Scuola e formazione (71)
Sicurezza (59)
Territorio (46)

Catalogati per mese:

Ultimi commenti:
Attention! Attention...
22/11/2017
di Mrs.Emilia Fedorcakova
Prove di grave e vel...
22/07/2016
di claudine
appoggio e sostengo ...
03/06/2016
di merina tricarico



28/10/2020 @ 03:11:59
script eseguito in 48 ms

Ci sono 157 persone collegate