Blog di Luciano Muhlbauer
\\ Home Page : Articolo
ACCORDO SU APPRENDISTATO REGIONE-GOVERNO È UNO SCHIAFFO AI GIOVANI – AL LAVORO A 15 ANNI E VALE COME ASSOLVIMENTO DELL’OBBLIGO SCOLASTICO
ACCORDO SU APPRENDISTATO REGIONE-GOVERNO È UNO SCHIAFFO AI GIOVANI – AL LAVORO A 15 ANNI E VALE COME ASSOLVIMENTO DELL’OBBLIGO SCOLASTICO
di lucmu (del 28/09/2010, in Lavoro, linkato 935 volte)
blog Luciano Muhlbauer
Uno schiaffo ai giovani della nostra regione. Questo e non altro è l’accordo sull’apprendistato, siglato ieri tra Formigoni, il Ministro del Lavoro, Sacconi, e il Ministro dell’istruzione, Gelmini.
Uno schiaffo, perché anticipa in un accordo Regione-Governo quello che la legge nemmeno ancora consente: cioè l’abbassamento dell’obbligo scolastico da 16 a 15 anni. Infatti, l’abbassamento è contenuto in un disegno di legge, il cosiddetto “collegato lavoro”, tornato in discussione in parlamento proprio in questi giorni, dopo essere stato rinviato alla Camere dal Presidente Napolitano, a causa della scandalosa norma sull’arbitrato.
Certo, tecnicamente non viene meno l’obbligo fino a 16 anni, ma semplicemente sarà possibile assolvere l’ultimo anno fuori dalla scuola, stando al lavoro. E tutto questo, ovviamente, nel nome della lotta contro la dispersione scolastica, che peraltro in Lombardia è molto consistente.
In altre parole, se la scuola pubblica non ce la fa a trattenere dei ragazzi e delle ragazze, magari nelle zone popolari, allora questo non è un problema della scuola, ma dei ragazzi e delle loro famiglie. Insomma: hai dei problemi a scuola? Allora, va a lavurà! Con un contratto di apprendistato e sottopagato, beninteso.
E non deve ingannare nemmeno il tanto sbandierato aumento del tempo di formazione obbligatoria fino a 400 ore all’anno, perché l’accordo prevede che la formazione possa essere sia “esterna” che “interna” all’azienda. Chiaro?
Ma uno schiaffo tira l’altro, e così si aggiunge pure, con il plauso di qualche sindacalista in evidente crisi di identità, come quelli della Uil Lombardia, che questa norma servirebbe a combattere la disoccupazione giovanile. Ma come funzionerebbe questo miracolo nella realtà, per giunta in piena crisi occupazionale e dilagante precarietà, nessuno si è degnato di spiegarlo.
Questo accordo non fa bene ai giovani della Lombardia, non migliora la scuola e non fornisce occupazione. Anzi, scarica i giovani, specie quelli che avrebbero bisogno di qualche attenzione e stimolo in più, e li butta in pasto al dumping sociale.
Per un raggiante Formigoni, in mezzo degli altrettanto raggianti Sacconi e Gelmini, tutto questo è una “riforma di altissimo valore culturale”. Per noi è un vergogna, da fermare prima che si traduca in fatti.
 
Comunicato stampa di Luciano Muhlbauer
 
Articolotest Articolo  Storico Storico Stampa Stampa
Condividi su Facebook
 
Nessun commento trovato.

Il seguente campo NON deve essere compilato.
Testo (max 1000 caratteri)
Nome
e-Mail


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.


facebook twitter youtube
Cerca  
Titolo

Titolo

Titolo
Antifascismo (86)
Casa (48)
Diritti (19)
Infrastrutture&Trasporti (38)
Lavoro (232)
Migranti&Razzismo (147)
Movimenti (124)
Pace (21)
Politica (105)
Regione (77)
Sanità (19)
Scuola e formazione (71)
Sicurezza (59)
Territorio (46)

Catalogati per mese:

Ultimi commenti:
Attention! Attention...
22/11/2017
di Mrs.Emilia Fedorcakova
Prove di grave e vel...
22/07/2016
di claudine
appoggio e sostengo ...
03/06/2016
di merina tricarico



12/04/2024 @ 14:26:25
script eseguito in 46 ms

Ci sono 204 persone collegate